“Mettiamo in Ordine le idee”, quando i medici fanno cultura

“Mettiamo in Ordine le idee”, la rassegna culturale organizzata dall’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Novara, è giunta alla sua sesta edizione, che prenderà il via il prossimo 15 febbraio.

«I lusinghieri risultati delle precedenti edizioni – spiegano il presidente dell’Ordine, Federico D’Andrea e il consigliere Francesco Bonomo– confermano che la scelta del 2014, quando abbiamo pensato di aprire l’Ordine alla città, di offrire spunti di riflessione e di impegnarci nello sviluppo culturale del territorio, era azzeccata. Ora “Mettiamo in Ordine le idee” è un punto fermo nel panorama culturale novarese, con un pubblico affezionato che ci segue con grande costanza e apprezzamento e questo ci consente anche di spingerci un po’ al di fuori degli schemi, di offrire serate anche con personaggi di grande spessore ma poco noti al grande pubblico. L’anno scorso, solo per fare un esempio, abbiamo riscosso grande successo anche presentando un prestigiatore che aveva affrontato in maniera ben poco tradizionale il tema della rassegna, che era “Limite”».

Questa edizione avrà come parola-chiave “Comunicazione”, che verrà declinata nei suoi vari aspetti da uno psicoterapeuta che ha scritto di diagnosi e destino; una esperta che ha motivato direttori di marketing e sportivi ad alto livello; uno storico studioso di streghe medioevali, e un medico specialista in immunologia clinica che professa l’importanza della scienza.

Presentando l’evento, l’assessore comunale alla cultura, Emilio Iodice, ha sottolineato «il grande successo della rassegna, grazie alla qualità di un’iniziativa che ci consente di fare divulgazione scientifica tra i cittadini. l’importanza del coinvolgimento da parte degli organizzatori di figure di intellettuali e di uomini di scienza di rilievo, personaggi che sono allo stesso tempo sinonimo di “cultura” e di “conoscenza” sul piano scientifico. Il tema scelto per l’edizione 2019, “Comunicazione”, è tra l’altro funzionale a quello che è l’obiettivo dell’iniziativa, ovvero quello, appunto, di “comunicare” e di far conoscere e riflettere il pubblico su alcune tematiche».

In particolare l’appuntamento del 15 marzo è realizzato in collaborazione con la Fondazione Comunità Novarese Onlus come “evento speciale” in occasione della “Settimana del cervello” (fissata dall’11 al 17 marzo) che si propone di richiamare l’attenzione sul funzionamento del cervello e sugli sviluppi che la ricerca ha avuto con il trascorrere degli anni. Coordinata dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa, dalla Dana Alliance for the Brain Iniziatives e dalla Society for Neuroscience negli Stati Uniti, la “Settimana Mondiale del Cervello” è il frutto di un coordinamento internazionale al quale partecipano le Società Neuroscientifiche di tutto il mondo e, dal 2010, anche la Società Italiana di Neurologia. FCN sostiene l’iniziativa anche con lo scopo di promuovere e raccogliere donazioni per i suoi tre Fondi che riguardano l’ambito delle neuroscienze: il Fondo per la Ricerca sulle Malattie del Motoneurone e della Mielina (che promuove iniziative di ricerca, studio e attività clinica nel campo delle malattie del Motoneurone e della Mielina. Il livello di condivisione da parte della comunità novarese delle finalità perseguite dal Fondo, in dieci anni, si è rivelato molto alto), il Fondo Enrico Geuna per la Neurochirurgia (promosso in memoria del professor Enrico Geuna, luminare nel campo della neurochirurgia che, giunto all’Ospedale di Novara nel 1968, contribuì a creare una scuola d’eccellenza di fama nazionale. Il Fondo promuove iniziative di ricerca, studio e attività clinica nel campo della neurochirurgia, svolte sul territorio. Il Fondo si propone anche di permettere all’equipe neurologica novarese di accrescere i già alti standard professionali) e il Fondo Alzheimer: Assistenza, Formazione, Ricerca (destinato alla promozione di progetti e iniziative riguardanti l’assistenza, la formazione e la ricerca sulla malattia di Alzheimer, realizzati da Associazione Malati di Alzheimer Novara Onlus).

 

 

Tutte le serate saranno di venerdì, all’Auditorium del Conservatorio di Novara.

 

15 Febbraio               Vittorio Lingiardi

                                 Psichiatra Psicoanalista

 

15 Marzo                    Rosy Falcone

                                 Esperta in Comunicazione e Coaching

 

10 Maggio                 Battista Beccaria

                                 Storico medioevalista

 

7 Giugno                    Roberto Burioni

                                Specialista in Immunologia Clinica

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here