Dal 14 novembre è tempo di Scrittori&giovani

Dal 14 al 30 novembre torna il festival internazionale Scrittori&giovani a Novara, sul tema delle “frontiere” nel trentennale della caduta del muro di Berlino, confermando il successo della sua formula, unica tra le rassegne italiane, di donare centinaia di libri nelle scuole prima degli incontri con gli autori. In più la rassegna trasforma il Novarese per quindici giorni in una delle capitali italiane della letteratura, con richiamo sulla stampa nazionale, proponendo una quarantina di eventi tra cui reading, letture teatrali, mostre, musica dal vivo, bookcrossing, un concorso di booktrailer per giovani e laboratori di scrittura creativa, giornalismo social ed editoria, anche per disabili, ed entrando in carcere. Tra le collaborazioni speciali va segnalata quella con Matera Capitale europea della cultura attraverso una mostra che sarà inaugurata alla Biblioteca Civica Negroni il 30 novembre.

Scari qui il programma completo di Scrittori&giovani

«Quest’anno il Festival – commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Novara, che ospita la maggioranza degli eventi, Emilio Iodice – celebra il tema delle frontiere, in occasione del trentesimo anniversario della caduta del muro di Berlino, concentrandosi sulle tante sfumature di un tema che riguarda la cultura come la quotidianità. Anche quest’anno i nomi che vengono proposti sono di assoluto rilievo. Un’iniziativa, quella di Scrittori&Giovani, che fa riflettere gli studenti ma non solo, affrontando argomenti e tematiche di grande attualità».

La rassegna diretta da Roberto Cicala ospita da sempre autori nazionali e internazionali tra Novara e i laghi Maggiore e d’Orta – negli anni passati sono stati accolti Pennac, Grossman, Adonis, Evtushenko, Larsson, Falcones, Magris, Lucarelli, Oz tra gli altri – che i giovani incontrano dentro e fuori le scuole con un’apertura anche al pubblico adulto. Gli istituti “adottano” uno scrittore e leggono i suoi libri grazie a una distribuzione di copie gratuite, che è il tratto originale e distintivo del festival. Quest’anno sono centinaia le copie totali messe a disposizione. L’obiettivo, come sempre, è quello di diffondere il piacere e l’interesse della lettura e avere la grande opportunità di trovarsi faccia a faccia con personalità del panorama letterario internazionale.

Il festival Scrittori&giovani è promosso dal Centro Novarese di Studi Letterari con la segreteria operativa di Interlinea e il contributo di Regione Piemonte-Assessorato alla cultura, Fondazione CRT e Comune di Novara, in partnership con Circolo dei lettori e Libreria Lazzarelli con il patrocinio di Consiglio Regionale del Piemonte; Provincia di Novara; Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte-Ufficio XI Provincia di Novara del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; UPO-Università del Piemonte Orientale; ATL della Provincia di Novara; Centro per il libro e la lettura-Ministero per i Beni e le Attività Culturali e sponsor tecnici Cef Publishing-Centro Europeo di Formazione e Interlinea, in collaborazione con Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana; Fondazione Castello visconteo sforzesco di Novara; Fondazione Teatro Coccia: Fondazione Educatt; Fondazione Marazza Borgomanero; Laboratorio di editoria dell’Università Cattolica di Milano; laFeltrinelli Point di Arona; Mondadori Bookstore di Vercelli; Associazione Amici della Dedalo; Scuola di Musica Dedalo; Casa Circondariale di Novara; Istituto Storico Fornara, Novara; oltre alle case editrici dei libri presentati nel festival. Del comitato organizzativo fanno parte, con Roberto Cicala, Alessandro Barbaglia, Silvia Benatti, Anna Cardano, Fabiana Degrassi, Fabio Lagiannella e Paola Turchelli, con l’assistenza di giovani volontari del Centro Novarese di Studi Letterari come Francesca Galli, Federica Rossi e Caterina Tognetti.

In più Scrittori&giovani avvicina alla lettura i giovani anche con nuove esperienze. Il festival infatti diventa un progetto culturale a 360 gradi per accostarsi in modo attivo al mondo della scrittura, della cultura e dei libri. In particolare le proposte di quest’anno riguardano un laboratorio di lettura in carcere con la partecipazione iniziale di Marco Malvaldi e Takoua Ben Mohamed e altri incontri lungo l’anno (in collaborazione con la Casa Circondariale di Novara); un laboratorio di social news per studenti per l’aggiornamento della pagina Facebook del festival e la realizzazione di una newsletter finale, su carta e in formato digitale, con foto e news sul sito www.scrittoriegiovani.it (in collaborazione con Interlinea e media novaresi); un laboratorio e stage di editoria di avvicinamento al mondo e alle professioni del libro per i giovani, anche all’interno del progetto ministeriale di Alternanza scuola-lavoro, oggi PCTO (in collaborazione con Laboratorio di editoria dell’Università Cattolica ed Educatt); un laboratorio di scrittura per giovani disabili a cura di Giovanni Moreddu (in collaborazione con Anffas); un laboratorio di social video su montaggio e creazione di contenuti multimediali on line, in preparazio­ne al contest “Booktrailer Scrittori&giovani” perché oggi l’informazione viaggia soprattutto tramite video e social network e il booktrailer è uno strumento sempre più utilizzato per far conoscere un libro e suscitare curiosità nel lettore; in più visite alle fiere del libro (Salone Internazionale del libro di Torino e Più libri più liberi di Roma) come premio per i partecipanti alle attività di laboratorio e contest. I progetti verranno avviati sulla base delle disponibilità e delle richieste. Inoltre Scrittori&giovani partecipa alle iniziative nazionali ministeriali e “Libriamoci” e #ioleggoperché a fianco delle biblioteche scolastiche.

Chiusura sabato 30 novembre, come da tradizione, con il bookcrossing all’Angolo delle Ore, la pratica che prevede di “liberare” i libri lasciandone uno per prenderne un altro. Come ha scritto Daniel Pennac, «se un libro non vi è piaciuto, liberatelo. Se vi è piaciuto, liberatelo lo stesso per farlo leggere a qualcun altro». Così vale per tutti i libri al centro del festival Scrittori&giovani.

 

Nella foto, la folla che lo scorso anno accolse Daniel Pennac

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here