“Aiutaci ad aiutarti”: evento sabato con il 118 e “Sbulloniamoci”

“Aiutaci ad aiutarti” è lo slogan dell’evento, organizzato per sabato 28 maggio a partire dalle ore 15, nel piazzale dello stadio di viale Kennedy: l’iniziativa è dell’associazione “Sbulloniamo insieme” APS e della Centrale 118.

«L’obiettivo – spiega Michela Agnesina, Presidente dell’associazione e infermiera del 118 – è quello di far conoscere ai bambini e alle loro famiglie tutto quello che succede nel caso di una chiamata di soccorso: dalla prima telefonata d’allarme al Numero unico emergenza 112 all’intervento degli addetti del 118, dei vigili del fuoco, delle forze dell’ordine e di tutti quanti sono interessati dall’evento».

«Per noi sarà un pomeriggio molto importante – aggiunge Roberto Gioachin, Direttore della Centrale 118 per le province di Novara, Vercelli, Biella e Vco – perché rendere i più giovani partecipi di quello che accade significa far prendere loro coscienza di tutto quello che c’è dietro a un intervento, anche a quello che può sembrare banale».

Giochi, laboratori, sorprese per bambini e famiglie saranno organizzati per tutto il pomeriggio di sabato 28, ma certamente il momento più emozionante sarà la simulazione di un incidente stradale: gli intervenuti potranno rendersi conto di cosa succede davvero.

Nell’area del piazzale forze dell’ordine e associazioni avranno i loro stand che daranno tutte le informazioni che i bambini e i loro genitori vorranno avere. Saranno presente il personale della Cur 112 (Centrale unica di risposta) di Saluzzo, la Questura, il Comando provinciale dei Carabinieri, la Polizia locale di Novara, il Comando provinciale dei vigili del fuoco, il Soccorso alpino, la Protezione civile, Opi, il Pianeta dei clown, Novara soccorso, Croce rossa di Novara e l’Associazione alpini.

“Sbulloniamo insieme” APS è un’associazione di promozione sociale che ha come mission fondante arginare e prevenire i fenomeni di bullismo e disagio giovanile, educare alla legalità e creare un punto di contatto e dialogo sociale tra giovani, famiglie, scuole, istituzioni e imprese presenti sui territori.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here