Al via la rassegna dell’Ordine dei medici

E’ stata presentata oggi, mercoledì, la quinta edizione di “Mettiamo in Ordine le idee”, la rassegna culturale organizzata dall’Ordine dei Medici chirurghi e odontoiatri della Provincia di Novara.

«Il collaudato ciclo di conferenze, divenuto ormai un appuntamento annuale molto atteso, è un’occasione di crescita per la città, in quanto gli organizzatori hanno sempre coinvolto figure di intellettuali e di uomini di scienza di rilievo, personaggi che da sempre riescono a coniugare cultura e sapere. Il tema scelto per l’edizione 2018, “Il limite”, è ulteriormente affascinante rispetto agli spunti di riflessione che potranno essere forniti dai relatori dei vari incontri» ha detto l’assessore Angelo sante Bongo.

Il presidente dell’Ordine Federico D’Andrea ha sottolineato che «se nel 2013 parlavamo di iniziativa nuova e originale oggi non possiamo nascondere la soddisfazione di avere creato un appuntamento atteso e apprezzato da tutti coloro che, venuti una volta, tornano… E con altre persone. Tra l’altro, l’Ordine nazionale ci porta ad esempio, perché siamo gli unici in Italia che ha un simile progetto».

«La rassegna – ha spiegato Francesco Bonomo, membro del direttivo dell’Ordine e “padre” della rassegna – prevede la scelta di un tema, di una “parola chiave di inizio secolo” che viene proposta uguale per ciascun relatore, il quale costruisce la propria conferenza in modo libero e secondo la personale competenza, fantasia e passione. La parola chiave di questo nuovo ciclo sarà, come detto, “Limite”».

«Il nostro desiderio di mantenere una originalità di proposta – ha aggiunto D’Andrea – ci porta a una scelta non convenzionale degli ospiti, i quali provengono da mondi che spesso non hanno interrelazione, ma che sempre realizzano lo scopo del nostro progetto iniziale, quello di portare a casa delle idee, da mettere in ordine, naturalmente… Gli ospiti saranno ancora una volta estremamente interessanti, provenienti da “luoghi lontani” quali il giornalismo, il cinema, la letteratura, la “magia”, la filosofia. E se qualcuno si chiederà quali sono i rapporti che i nostri personaggi intrattengono con il “limite”… Avrà solamente da essere presente in sala».

Scarica qui il calendario degli incontri e la biografia dei relatori: tutte le serate si terranno alle 21 al Conservatorio.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here