Milù Allegra alla polizia municipale: «Perché multate solo le prostitute? E i clienti?»

Nell’ambito della commissione sul nuovo regolamento di polizia municipale in vigore da alcuni mesi, è emerso un dato che ha fatto sobbalzare la consigliera Pd Milù Allegra: in ambito degli interventi anti-prostituzione, sono state sanzionate 131 donne e solo 10 clienti (altri 17 sorpresi a “consumare” in luoghi pubblici).

«Fatemi capire – ha chiesto Allegra al comandante della Polizia municipale Pietro Di Troia – Comìè possibile che ci sia questa differenza? Forse perché ci si è voluti accanire contro le prostitute, l’anello debole della catena, quasi sempre vittime della tratta e schiave del sesso?».

La risposta di Di Troia e dell’assessore alla sicurezza Luca Piantanida è stata che «cerchiamo anche di fare prevenzione, cercando di convincere le ragazze a lasciare la strada, a rivolgersi alle associazioni che si occupa delle prostitute e di allontanarle dai loro protettori. Poi, è evidente che se mettiamo una pattuglia in un luogo dove ci sono ‘lucciole’ i clienti non vengono. E dopo un po’ anche le donne si allontanano».

La conseguenza è stata una domanda sempre di Allegra: «Sapete dire quante ragazze sono state avviate al percorso di uscita dalla tratta?». E la risposta è stata che «non abbiamo numeri, anche perché il percorso è lungo e coinvolge pure i servizi sociali».

La sensazione è che si siano colpite le prostitute perché è più facile fermarle mentre ‘lavorano’, mentre bloccare i clienti è molto più difficile e richiederebbe un lavoro ben diverso.

In nove mesi e mezzo il nuovo regolamento ha portato a 829 sanzioni: ma quante di queste multe sono state pagate? Lo ha chiesto la consigliera dem Sara Paladini e la risposta è stata che «non abbiamo dati, anche perché c’è tempo cinque anni per versare il dubito».

In commissione la maggioranza (sono intervenuti Walter Mattiuz, Maurizio Nieli, Maurizio Gavioli, Arduino Pasquini, Michele Contartese, Claudio Strozzi) ha difeso a spada tratta un regolamento «che finalmente mette una pezza a tutta una serie di lacune», mentre il capogruppo Pd Rossano Pirovano ha parlato di «stato di polizia. Prima dicevate che la mancanza di sicurezza fosse colpa della giunta Ballarè, ora invece che non c’è stato alcun cambiamento la responsabilità è dei cittadini incivili».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here