ArcheoBiandrate porta i più piccoli alla scoperta della storia

ArcheoBiandrate apre le porte a grandi e piccini, alla scoperta della storia. Sabato 30 marzo è in programma l’Open day, con le visite guidate a cura della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli, in collaborazione con il Comune di Biandrate.

Le visite si terranno dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16. Per ogni turno di visita è prevista una durata di circa 40 minuti. La partecipazione è gratuita, ma è obbligatoria la prenotazione, da effettuare tramite il nuovo sito web www.archeobiandrate.it o tramite l’evento Facebook, che a brevissimo sarà pubblicato sulla pagina ArcheoBiandrate.

A trent’anni esatti dalla fine delle attività che hanno riportato alla luce una grande villa romana in località Le Pievi, a Biandrate si è tornati a scavare. I lavori per la costruzione della linea ferroviaria Alta Velocità Torino-Milano hanno infatti consentito la scoperta di un villaggio rurale romano, in cui è in corso l’attività di indagine.

Per la precisione sono emerse tracce di due complessi risalenti a due epoche diverse, rimasti sepolti per secoli sotto un terreno coltivato. La fase più antica è costituita da un edificio di grandi dimensioni, probabilmente utilizzato come magazzino. L’ipotesi è che questa costruzione di cui sono ancora visibili le fondazioni, sia stata demolita del tutto dopo la sua dismissione. In un periodo successivo, è edificato un complesso più articolato, costituito da vari ambienti di piccole dimensioni distribuiti lungo un asse nord-sud, in parte anche aventi funzione residenziale.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here