Aveva il reddito di cittadinanza ma spacciava: arrestato

Una serie di operazioni dei carabinieri ha portato a due arresti e a tre esecuzioni di ordini di carcerazione.

Un uomo di Bellinzago è stato arrestato in flagranza di reato di spaccio di stupefacenti: a seguito di perquisizione domiciliare, sono stati sequestrati 182,26 gr di hashish, 490.62 gr di marijuana e 1,90 di cocaina. Gli è stata sospesa l’erogazione del reddito di cittadinanza.

I Carabinieri della Stazione di Trecate hanno arrestato per evasione una trecatese di 35 anni che nel corso di un controllo veniva sorpresa fuori dalla sua abitazione dove avrebbe dovuto permanere poiché sottoposta agli arresti domiciliari su ordine gip del Tribunale di Busto Arsizio. I militari dell’Arma, che avevano eseguito una verifica presso l’abitazione della donna constandone l’assenza, la rintracciavano presso la stazione ferroviaria di Trecate sorprendendola al momento in cui scendeva da un treno proveniente da Milano. Le sono stati ridati i domiciliari.

Sempre i Carabinieri della Stazione di Trecate hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso nei confronti di un pregiudicato di origini campane ma da anni residente a Trecate. L’uomo, che stava scontando una pena in regime di ammissione provvisoria alla detenzione domiciliare a seguito di una condanna definitiva a 5 anni e 3 mesi di reclusione, comminati dalla corte d’appello di Lecce, per i reati di calunnia e autocalunnia, aveva avuto comportamenti tali da portare alla revoca dei benefici.

I Carabinieri della Stazione di Novara hanno eseguito un ordine di esecuzione pena nei confronti di un pregiudicato novarese, 51enne, che dovrà scontare nel proprio domicilio un anno e un mese per cumulo pene relative ai reati di maltrattamenti continuati in famiglia e di resistenza a pubblico ufficiale

Infine, i Carabinieri della Stazione di Momo hanno tratto in arresto, un pregiudicato classe 1977, nord-africano colpito da provvedimento carcerazione. L’uomo dovrà espiare la pena di un anno e 6 mesi di reclusione per reati contro la fede pubblica.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here