Cantieri di lavoro per 40 disoccupati

Il Comune di Novara ripropone, raddoppiando i beneficiari, il bando “Social Work” per dare lavoro a persone disoccupate, già seguite dai servizi sociali, che versano in condizioni di difficoltà economica e sociale.

Grazie a una co-partecipazione di enti (Comune, Fondazione Bpn, Assa, Acqua Novara Vco, Sun, Atc e Regione Piemonte) è stato possibile destinare circa 382 mila euro per l’iniziativa che permette la ricollocazione temporanea di lavoratori disoccupati in condizioni di particolare disagio sociale.

Il bando – si possono presentare le domande fino al 22 giugno – permetterà a 40 disoccupati di lavorare per un anno in diversi tipi di intervento quali manutenzione del verde pubblico, recupero del decoro urbano, manutenzione di uffici e spazi pubblici. I 40 cantieristi selezionati avranno un impiego lavorativo di 25 ore la settimana con un’indennità giornaliera di 24,46 euro.

Cinque le fasce nelle quali è suddiviso il bando: 4 cittadini italiani nati fra il ’52 e il ’57; 15 cittadini italiani nati fra il ’58 e il ’78; 6 cittadini con invalidità civile e accertata capacità lavorativa; 5 cittadini comunitari e stranieri nati fra il ’52 e il ’73; 10 cittadini italiani nati fra il ’52 e il ’57.

«Facciamo un servizio per il territorio perché il territorio ne ha bisogno» ha detto in conferenza stampa il neo assessore ai Servizi sociale Franco Caressa per poi aggiungere: «Sarà solo una goccia ma la città oggi vive un disagio massimo e di difficoltà umana per cui anche quella goccia è fondamentale».

Per l’assessore non si tratta di «una questione politica o amministrativa ma di un disagio sociale che è aumentato».

Valeria Abate

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here