Caos calcio, Cota: «Il Novara si tutelerà dai danni subiti in ogni sede»

«Il Novara ha subito un danno grave e ingiusto e la cosa non passerà sotto silenzio»: sono le parole di Roberto Cota, legale del Novara Calcio, dopo l’ennesimo colpo di scena con il quale il Tar Lazio ha smentito se stesso.

«E’ un danno molto grave per l’incertezza che si determina, in quel serie giocare, quale squadra preparare – spiega Cota – Ed è un danno ingiusto perché non è stato in alcun modo provocato dalla società azzurra».

Tutto nasce quando a maggio vengono pubblicati i criteri per i ripescaggi con la clausola, palesemente ingiusta, che penalizza il Novara con un provvedimento retroattivo. E’ talmente evidente che il Novara ha ragione, che la stessa Lega di B a giugno aveva invitato la Federazione a modificare quei criteri levando la clausola discriminatoria («C’è una lettera di Balata a riprova» conferma Cota).

Tuttavia, quella decisione non venne mai presa e all’ultimo momento il Novara fu costretto a ricorrere alle vie giudiziarie, sempre con procedimenti endofederali, cioè seguendo la giustizia sportiva. Che in due gradi diede ragione al Novara. Tutto sarebbe stato a posto, se non fosse che da un lato le squadre che speravano di prendere il posto degli azzurri nei ripescaggi hanno deciso di ricorrere alle più diverse vie legali e dall’altro le società di B perdevano il lume della ragione e, rimangiandosi tutto, forzavano la mano con le 19 squadra.

«A quel punto tutto è andato nel… pallone e nessuno è più stato in grado di gestire la cosa – afferma Cota – Così siamo arrivati a metà ottobre e tutto è nel caos, tanto più che a ogni sentenza sarà possibile ricorrere al grado di giudizio superiore e quindi non si sa come finirà la cosa. Di certo, il Novara, che ha sempre agito con correttezza e trasparenza, è stato danneggiato e suggerirò al presidente Massimo De Salvo di attiva qualsiasi forma di reazione in tutte le sedi. La cosa non passerà sotto silenzio».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here