Caso fidejussioni, due Procure indagano dopo la denuncia del Novara Calcio

Sono due le Procure della Repubblica che stanno indagando sul caso-fidejussioni di cui il Novara Calcio è parte lesa: quella di Novara, in relazione alla prima fidejussione (da Italiana Assicurazioni, costata alla proprietà azzurra 200 mila euro) e quella di Roma per la seconda (rilasciata da Winter Bank al prezzo di 90 mila euro).

La storia di queste garanzie è stata così raccontata dal patron Maurizio Rullo (nella foto): «Nel primo caso ci siamo affidati a una persona che era nel Cda e che aveva il compito di occuparsi di queste cose. E alla fine abbiamo scoperto che era fasulla. E quel collaboratore non l’abbiamo più. Allora abbiamo dovuto trovarne un’altra e un noto personaggio novarese ci ha suggerito la filiale milanese di Winter Bank. Per precauzione, abbiamo chiesto il parere della Lega e ci hanno assicurato che era tutto ok, tant’è che altre due società si erano rivolte alla stessa banca. Quando poi si è scoperto che la sede centrale in Austria non riconosceva quel documento, ecco che tutti abbiamo scoperto di essere stati truffati. Secondo quanto garantitoci in Lega avremmo anche potuto continuare così, ma per maggior sicurezza abbiamo contratto un’altra fidejussione, con Generali».

E allora il Novara Calcio, tramite l’avvocato Roberto Cota, ha presentato denuncia alle due Procure (per questioni di competenza), anche nei confronti dell’intermediario novarese.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here