Caso Sozzani, da Forza Italia «incredulità e certezza della sua correttezza»

Nessuna reazione ufficiale arriva da Diego Sozzani, 59 anni il prossimo ottobre, il parlamentare di Forza Italia, nonché vicecoordinatore regionale degli azzurri e leader novarese del partito di Berlusconi, dopo la notizia che per lui è stata avanzata alla Camera dei Deputati la richiesta di arresto per finanziamento illecito nell’ambito dell’inchiesta della Dda di Milano che ha ottenuto l’emissione di 43 misure di custodia per reati di associazione a delinquere, corruzione, turbativa d’asta.

Agli amici di Forza Italia Sozzani ha comunque confidato di non avere la più pallida idea di quel che gli hanno contestato, di non aver neppure ricevuto un’informazione di garanzia. E qualcuno parla già di ‘giustizia a orologeria’, piuttosto che di una vendetta per i continui attacchi mediatici portati dal deputato di Fi al Movimento5Stelle e in particolare al ministro Toninelli.

Il commissario provinciale di Forza Italia (nominato proprio dopo la decisione di Sozzani di lasciare l’incarico novarese) Gaudenzio Ferrandi si dice ‘’sorpreso e choccato, conoscendo Sozzani da sempre sono certo della sua esemplare correttezza’’.

Tuttavia la conoscenza da parte di Sozzani di almeno uno dei politici azzurri finiti in manette questa mattina è documentata: alla presentazione dei candidati di Fi alle elezioni regionali, lo scorso 19 aprile, c’era anche Pietro Tatarella, candidato alle Europee nel collegio Nord-ovest.

Diego Sozzani, ingegnere specializzato in materie ambientali, è in politica da tempo. E’ stato assessore socialdemocratico al Comune di Novara e poi è passato in Forza Italia, ricoprendo la carica di presidente della Provincia; al momento dell’elezione a deputato era consigliere regionale.

Titolare e socio di diversi studi professionali, tra i suoi incarichi è stato anche componente del Nucleo di valutazione e verifica degli investimenti pubblici della Regione Lombardia.

Nella foto, da sinistra Piertro Tatarella, il candidato alle Regionali Massimo Marcassa, il candidato alle Regionali Gerardo Murante e Diego Sozzani in occasione della presentazione dei candidati.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here