Coccia, Manfredda ai consiglieri comunali: «Non votate il nuovo Statuto»

La proposta di modifica dello Statuto del Coccia è in contrasto con l’attuale Statuto, che prevede come spetti al Cda “formulare le modifiche da apporta… che dovranno essere sottoposte all’approvazione dell’amministrazione comunale”: lo scrive la presidente del Coccia, Carmen Manfredda, a tutti i consiglieri comunali che oggi pomeriggio, martedì, dovranno votare le modifiche dello Statuto, in considerazione che tra i compiti della presidente vi è proprio quello di vigilare sull’osservanza dello Statuto.

Per Manfredda tutto sta nel fatto la Fondazione è altro rispetto al Comune e dunque lo Statuto non possa essere “eteromodificato” da altro organo, compreso lo stesso Comune.

“Il Consiglio comunale – scrive Manfredda – non potrà mai essere chiamato a deliberare un testo che è radicalmente e integralmente da quello in vigore”. E invita i consiglieri a non votare.

E’ evidente che quello che, al di là delle questioni giuridiche su cui altri saranno chiamati a pronunciarsi, ha infastidito Manfredda è la modifica che sancisce la decadenza del Cda (o Comitato di gestione nella nuova versione) nel caso di dimissioni della maggioranza dei componenti. Non sfugge, a Manfredda, il fatto che la modifica sia un modo trovato dall’amministrazione comunale per cambiare proprio la presidente, da tempo non più in sintonia con il Comune ma fermamente decisa a restare al suo posto.

Lo scontro, dunque, sale di tono. Anche se forse non c’è modo migliore per solleticare la voglia di indipendenza di un consigliere comunale da chi gli dice che non può fare qualcosa..

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here