Coccia, per il Pd dal prefetto la conferma: «Amministrazione comunale esautorata da ogni decisione»

Ieri pomeriggio una delegazione del Pd (Rossano Pirovano, Sara Paladini, Andrea Ballarè e Tino Zampogna) ha incontrato il prefetto Rita Piermatti (erano assenti, per motivi di lavoro, rappresentanti del Movimento5Stelle): la minoranza in consiglio comunale aveva chiesto l’appuntamento per sottolineare al prefetto il comportamento dell’amministrazione comunale sul tema della Fondazione Coccia, con commissioni e consigli comunali non concessi o concessi al di fori di quanto previsto dallo Statuto.

Tino Zampogna

«E’ stato un incontro choccante – hanno riferito i dem – perché per la prima volta abbiamo toccato con mano un fatto senza precedenti: il Comune di Novara, la giunta, il consiglio comunale, sono stati esautorati da qualsiasi competenza e da qualsiasi possibilità di intervento in merito al massimo teatro cittadino. La dott.ssa Piermatti è stata molto cortese nel riceverci e molto chiara nella sua esposizione: la Fondazione è di fatto commissariata, il cda risponde alla Prefettura e a fine mese, quando saranno disponibili le carte, sarà lo stesso ente a decidere le sorti del Coccia. E se il presidente del Cda Massimiliano Atelli si rapporta con i consiglieri comunali in commissione o in assise lo fa solo per cortesia istituzionale».

«Almeno questa parte è chiara – hanno aggiunto Rossano Pirovano e Sara Paladini – E’ chiara ed evidente la responsabilità dell’amministrazione Canelli, che per la propria assoluta incapacità di gestire una situazione obiettivamente molto complicata è stata di fatto esautorata dal proprio ruolo su un bene comunale».

A questo punto ci si chiede che senso abbia il consiglio comunale di mercoledì con all’ordine del girono proprio la situazione della Fondazione Coccia.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here