Commercianti in piazza perché “Il futuro non (si) chiude”

Con la parola d’ordine ‘Il futuro non (si) chiude’ i commercianti novaresi aderenti a Confcommercio Alto Piemonte sono scesi in piazza questa mattina, giovedì, per manifestare il loro malcontento e raccontare dal palco allestito in piazza Duomo la loro vita professionale ai tempi del Covid.

Maurizio Grifoni

Sono state 19 le federazioni che sono intervenute questa mattina e molti rappresentanti si sono fatti portavoce diretti «delle difficoltà in cui viviamo – ha detto a nome di tutti Maurizio Grifoni, presidente di Confcommercio Alto Piemonte – e della disperazione delle imprese danneggiate dalla pandemia, molte a rischio di chiusura».

Hanno aderito Federalberghi, Federazione Moda Italia, FIVA venditori ambulanti, FIPE pubblici esercizi, FNAARC agenti di commercio, FIMAA agenti immobiliari, Federpreziosi, SILB locali da ballo, Federfiori, Federmobili, Assofranchising, Federcamping, Federgrossisti, Federottica, FIDA dettaglianti alimentari, Attività Sportive Confederate, ALI librai, Gruppo Giovani Imprenditori Confcommercio, Gruppo Terziario Donna Confcommercio.

Foto di Maurizio Tosi

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here