Comoli Ferrari ripropone “Elettrica”

“Elettrica”, l’evento fieristico organizzato ogni due anni da Comoli Ferrari sarà a Novara dal 12 al 15 aprile, in una superficie nuovamente ampliata di 15 mila metri quadrati. «Quest’anno la grande novità è che la rassegna è stata anticipata e proseguirà dopo la sua conclusione con eventi che si terranno nelle nostre filiali e una web tv consentirà di seguire tutto quanto accadrà a Elettrica a tutti i nostri collaboratori (e a chiunque vorrà accedervi)» ha spiegato Anastasia Ferrari.

La manifestazione, ujica nel suo genere in Italia, dove Comoli Ferrari è l’azienda leader, è dedicata a tutti i professionisti del settore, elettricisti, impiantisti, quadristi, manutentori, progettisti, architetti, industrie e imprese interessate all’impiantistica elettrica, alla domotica, alla sicurezza, agli impianti di illuminazione e a quelli di antenna, al settore navale, senza dimenticare utensileria e accessori, con uno specifico focus su automazione, digital e industry 4.0. «Proponiamo – ha sottolineato Margherita Ferrari – soluzioni più che prodotti, ci poniamo come hub per tutta la filera».

Elettrica 2016

«Ma Elettrica – ha aggiunto Paolo Ferrari, amministratore delegato del gruppo – si appresta a diventare un modello operativo con cui il Gruppo Comoli Ferrari vuole diventare il vero hub di competenza e servizi integrati di tutto il settore. Con un approccio tipicamente made in Italy, fondato sulle relazioni e sul rapporto quotidiano di valore».

I numeri dimostrano quanto grande e importante sia Elettrica: 198 espositori, 241 stand. Tanto da far dire a Paolo Ferrari che «ormai siamo al limite. La fiera tende a ingrandirsi sempre più ma non abbiamo gli spazi necessari epr ampliarci ancora. E’ un tema che dovremo affrontare con l’amministrazione comunale. Anche se il nostro fatturato ‘novarese’ incide solo per il 2% sul totale del gruppo, noi siamo novaresi e tali vogliamo rimanere. Anche con Elettrica».

Un tema, quello degli spazi, che è stato toccato anche da sindaco Alessandro Canelli, che ha rimarcato come «vogliamo che la fiera resti a Novara, perché è l’emblema dell’eccellenza di un’azienda novarese, vanto della città, anche perché ha saputo trasformarsi e puntare sull’innovazione».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here