Con lo psichiatra Lingiardi ritorna “Mettiamo in Ordine le idee”

Sarà lo psichiatra e psicanalista Vittorio Lingiardi a inaugurare domani sera, venerdì, la sesta edizione di “Mettiamo in Ordine le idee”, la rassegna culturale organizzata dall’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Novara. La parola-chiave di questa edizione è “Comunicazione”: appuntamento alle ore 21 all’Auditorium del Conservatorio di Novara.

Professore ordinario di Psicologia Dinamica presso la facoltà di Medicina e Psicologia della Università La Sapienza di Roma, dove dal 2006 al 2013 ha diretto la Scuola di Specializzazione in Psicologia clinica, Vittorio Lingiardi ha trascorso periodi di studio e di formazione in USA (Menninger Clinic di Topeka, Kansas), Chestnut Lodge Clinic, Rockville, Maryland), e in Canada (Mc Gill University, Montreal).

Per Raffaello Cortina Editore dirige la collana «Psichiatria Psicoterapia Neuroscienze». Nel 2018 gli è stato conferito il Premio Musatti della Società Psicoanalitica Italiana. Collabora all’inserto culturale Domenica del Sole 24 Ore, a La Repubblica e Venerdi di Repubblica

«I lusinghieri risultati delle precedenti edizioni – spiega il presidente dell’Ordine, Federico D’Andrea – confermano che la scelta del 2014, quando abbiamo pensato di aprire l’Ordine alla città, di offrire spunti di riflessione e di impegnarci nello sviluppo culturale del territorio, era azzeccata. Ora “Mettiamo in Ordine le idee” è un punto fermo nel panorama culturale novarese, con un pubblico affezionato che ci segue con grande costanza e apprezzamento e questo ci consente anche di spingerci un po’ al di fuori degli schemi, di offrire serate anche con personaggi di grande spessore ma poco noti al grande pubblico. L’anno scorso, solo per fare un esempio, abbiamo riscosso grande successo anche presentando un prestigiatore che aveva affrontato in maniera ben poco tradizionale il tema della rassegna, che era “Limite”».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here