Controlli in zona stazione da parte della Polizia locale

Nel pomeriggio di ieri, giovedì, la Polizia locale di Novara ha predisposto un servizio mirato per il presidio del territorio finalizzato alla tutela della sicurezza urbana.

Teatro dell’intervento la zona della stazione ferroviaria, sia all’esterno che all’interno: l’operazione, che ha visto anche la partecipazione dell’Unità cinofila anti-droga del Comando di Polizia locale di Trecate (con il quale mesi fa è stata firmata una convenzione che ha portato a una costante e proficua collaborazione) e la presenza di agenti della Polizia ferroviaria, ha visto l’impiego complessivo di dodici operatori.

In tutto sono state controllate ventotto persone e venti veicoli: il proprietario di uno di questi è stato sanzionato per mancanza di assicurazione.

Accertamenti anche in un esercizio pubblico (dove è stato elevato un verbale per omessa indicazione prezzi e contestato un verbale per la non corretta etichettatura delle merci in vendita) e due esercizi di vicinato: in collaborazione con il Sian dell’Asl No, in un market etnico sono stati sequestrati e distrutti venti chilogrammi di carne ovina e bovina conservati in condizioni non idonee ed è stato inoltre contestato un verbale in riferimento “al pacchetto igiene” per cattive condizioni igieniche dei locali e delle aree di lavorazione della macelleria.

Sempre per il mancato rispetto delle norme, in mattinata già altri due esercizi etnici erano stati sanzionati dal nucleo di Polizia commerciale: il primo (che metteva in vendita pesce surgelato senza indicazione della provenienza e senza etichettatura, con il sequestro di circa trenta chilogrammi di pesce surgelato) nella zona centrale, mentre il secondo (un fruttivendolo che utilizzava lo spazio previsto per la fermata del trasporto pubblico per vendere angurie e che è stato per questo sanzionato per occupazione abusiva di suolo pubblico) in zona Giulio Cesare.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here