Coronavirus, nuove modalità di lavoro per i dipendenti comunali

Il Comune di Novara dà il buon esempio: dopo che il sindaco Alessandro Canelli aveva chiesto alle imprese di avere un occhio di riguardo nei confronti dei propri dipendenti alle prese con i problemi che creano la chiusura delle scuole, ecco una serie di interventi decisi dall’amministrazione comunale, che ruotano attorno allo smart working.

Chi rientra n una serie di situazioni ben identificate il dipendente comunale può chiedere al proprio dirigente lavorare anche al di fuori del proprio luogo abituale di lavoro senza necessità di timbratura. Durante il periodo di lavoro in SW non sarà corrisposto buono pasto o trattamento accessorio per lavoro straordinario; nelle giornate in cui la prestazione lavorativa venisse svolta nei locali del Comune di Novara sarà necessario timbrare al fine di attestare la presenza ma non darà diritto a straordinari.

Per coloro che non possono accedere all’istituto dello SW in quanto inconciliabile con le esigenze del servizio che sono tenuti ad adempiere, verranno accolte le richieste di rimodulazione dell’orario lavorativo attraverso il ricorso all’orario multiperiodale.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here