Da Fondazione Cariplo aiuti a Seminario e Comune di Borgomanero

Sono due i contributi (per un totale di 355 mila euro) che Fondazione Cariplo, con il supporto di Fondazione Comunità Novarese onlus, ha deciso di destinare al territorio novarese sul Bando Emblematici Provinciali 2019.

1) Beneficiario: Seminario Vescovile di Novara

Titolo progetto: Seminare il futuro – Un nuovo seminario per la comunità

Il Seminario Vescovile (foto grande) è l’ente ecclesiastico della Diocesi di Novara dedicato alla formazione dei “candidati” al presbiterio. L’attuale sede, inaugurata il 22 gennaio 1956 alla periferia sud di Novara in una struttura capace di ospitare oltre duecento seminaristi, oggi, non risponde più alle esigenze.

L’idea di un nuovo Seminario nasce, infatti, dalla necessità di tutte le realtà ecclesiali di potenziare la formazione della comunità e di sviluppare una nuova collaborazione delle unità pastorali presenti sul territorio.  Dopo un lungo studio si è individuato nell’immobile, sito a Gozzano, dell’Istituto Mons. Giacomo Filippo Gentile, che oggi versa in stato di abbandono, l’edificio adatto. L’immobile, grazie al suo completo recupero, permetterà alla Diocesi di avere un luogo di comunità in cui portare avanti la formazione spirituale, caritativa e umana.

 

Villa Marazza

2) Beneficiario: Comune di Borgomanero

Titolo progetto: Ri-Attivare Paesaggi

Riconoscendo come fondamentale la valorizzazione del sistema paesaggistico e naturale, la Giunta comunale di Borgomanero ha approvato il “Masterplan strategico per la valorizzazione paesaggistica ed ambientale del territorio comunale” con cui sono state definite le strategie di intervento e valorizzazione per le aree verdi pubbliche e gli spazi naturali del territorio. Articolata in un centro storico e in sette frazioni, ciascuna dotata di una propria identità legata alle peculiarità del territorio, la città di Borgomanero conta numerosi parchi pubblici e un ricco patrimonio rurale e boschivo; tutto poco valorizzato e connesso.

L’intervento propone la realizzazione di un parco fluviale in grado mettere a sistema le eccellenze storiche architettoniche, i parchi cittadini esistenti della Resistenza e di Villa Marazza e gli spazi aperti che si susseguono oggi come brani isolati lungo il corso del fiume, fino a riconnetterli, attraverso la “nuova passeggiata di Borgomanero” così da “ri-attivare” il paesaggio.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here