Da lunedì scattano le misure antismog

Lunedì entrerà in vigore l’ordinanza comunale che disciplina i blocchi del traffico.

«Un provvedimento – commenta il sindaco Alessandro Canelli – che ha recepito le linee guida dell’Accordo interregionale, sulla base di direttive europee, per tutelare i centri urbani dall’inquinamento atmosferico in particolari situazioni. Per quanto riguarda Novara, alle possibilità di deroga già previste dall’accordo, ne abbiamo aggiunte altre, riguardanti in particolare l’utilizzo dei mezzi diesel Euro 3, con l’obiettivo di tutelare i nuclei familiari in situazioni di difficoltà, gli anziani e i lavoratori che non possono permettersi di non utilizzare l’auto o di cambiarla. Con queste ulteriori deroghe abbiamo quindi deciso di non complicare ulteriormente la vita ad alcuni cittadini che lavorano o sono in situazione di fragilità sociale, senza la certezza di avere un effetto davvero significativo sull’ambiente».

Un’ordinanza contestata dal Pd: «Ci chiediamo se anziché derogare tutti, penalizzando la salute pubblica, non era meglio dare alle persone alternative credibili di mobilità? A nostro avviso tale provvedimento poteva e doveva essere affiancato da misure strutturali di mobilità sostenibili dirette ad alleggerire il traffico veicolare.

In concreto come mai Novara, ad esempio, sia rimasta una delle poche città in Italia senza un sistema serio di Bike Sharing? Novara è rimasta ancorata al servizio fallimentare di “Bici in Città” ma nel frattempo il mondo si è evoluto. Sono arrivate nuove piattaforme di bike sharing cosiddette “Free-Floating”: basta un clic sul cellulare per prendere e lasciare la bici in qualunque punto della città e non come in passato in una postazione fissa.

Nelle città simili a Novara per dimensioni, dove questo sistema è stato introdotto si è registrato un notevole successo sia per la comodità del servizio che per la quasi impossibilità di vandalizzare le biciclette.

Inoltre cosa ha fatto e cosa sta facendo quest’amministrazione per il trasporto pubblico?».

Per il Movimento5Stelle «le deroghe sono più che opportune ma non bastano, servono anche incentivi finalizzati a ridurre il traffico urbano. Per quanto riguarda Novara abbiamo proposto misure come bus gratuiti per coloro che saranno coinvolti nel blocco, forti incentivi al Car Pooling, riforestazione urbana, promozione della ciclabilità e ulteriori deroghe specifiche in base al chilometraggio».

Scarica qui il testo completo dell’ordinanza

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here