Da un campo nomadi di Sillavengo partivano i topi d’appartamento

Era in un campo nomadi abusivo di Sillavengo il centro dal quale partivano i raid finalizzati a compiere furti in abitazione : il blitz dei carabinieri di Novara ha portato all’arresto di tre nomadi con l’accusa di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e falsificazione di targhe. Due dei tre hanno ottenuto i domiciliari.   da alcune settimane, con cadenza pressoché giornaliera, venivano registrati furti nella provincia di Novara ed in quelle limitrofe e l’attenzione degli investigatori si era posto in particolare sull’area di Sillavengo, dove alcune famiglie di nomadi di etnia sinti avevano collocato alcuni camper ed un prefabbricato utilizzato quale cucina comune
Quando i militari hanno fatto irruzione nel campo hanno sorpreso quattro persone che stavano avvitando targhe false su una Hyunday grigia, già in moto e pronta a partire. Alla vista dei  carabinieri i quattro si sono dati immediatamente alla fuga: tre di loro sono stati bloccati, dopo  una breve colluttazione, mentre il quarto è riuscito a far perdere le proprie tracce.
La successiva perquisizione ha portato al sequestro di numerosi monili in oro (anelli, bracciali,  catenine, orologi e perfino alcuni denti in oro), di un tesserino falso di dipendente  dell’acquedotto, oltre a diversi attrezzi da scasso, radio ricetrasmittenti, kit per la produzione  di targhe clonate e due autovetture con il colore della carrozzeria alterato da una pellicola  protettiva applicata al fine di rendere difficoltosa l’identificazione del veicolo.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here