Dal 2 giugno torna il NovaraJazz Festival

Oltre 40 appuntamenti in dieci giorni: sono i numeri della diciannovesima edizione del NovaraJazz Festival, una delle rassegne più importanti a livello nazionale ed europeo, che inizierà a partire dal 2 giugno.

«Nel suo percorso il Festival si è sempre distinto per la volontà di creare occasioni di incontro tra Paesi e tradizione musicali diverse – spiega Corrado Beldì, da sempre anima, con Riccardo Cigolotti, del NovaraJazz – In 19 anni abbiamo avuto artisti provenienti da 43 paesi e anche questa edizione non si scosta da questa linea».

Il presidente della Fondazione Bpn, Franco Zanetta, ha sottolineato l’importanza del NovaraJazz, mentre il sindaco Alessandro Canelli ha ricordato come «la rassegna si inserisce perfettamente nella progettualità della nostra amministrazione che punta al consolidamento delle attuali eccellenze e all’integrazione con quanto di nuovo sta emergendo. L’importante è riuscire a fare rete e l’associazione RestArt che organizza la rassegna diventa l’elemento centrale di questa strategia».

Oltre alle performance musicali, la rassegna si caratterizza come elemento centrale di una rete di enti e associazioni che porta la musica in più parti della città e del territorio.

L’edizione 2022 presenta i più interessanti esponenti della nuova scena inglese, a patire da Collocutor ai Shingai a Theon Cross.

Scarica qui il calendario dei concerti

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here