Dal Coccia una micro-opera per gli infermieri dell’ospedale

Un dono agli infermieri dell’Aou di Novara in occasione della ‘loro’ Giornata internazionale: l’ha fatto il Teatro Coccia, regalando una breve opera (“Dormire, guarire forse”) realizzata dagli allievi dell’Accademia dei mestieri d’opera.

Gianfranco Zulian

Nell’aula magna dell’ospedale è andata in onda una cerimonia commovente, con la direttrice del teatro, Corinne Baroni, a spiegare come l’opera « nasce come omaggio sincero e accorato al personale infermieristico, medico, paramedico, sanitario che da sempre, ma in questo ultimo anno in particolar modo, sta dedicando la propria vita agli ammalati». La genesi è stata illustrata da Salvatore Passantino, l’autore, e dal regista Stefano Ferrara.

Al termine della cerimonia il Lions Club Torre del Basto ha consegnato una targa a Cristina Torgano, direttrice del comparto infermieristico dell’Aou, che ha voluto dedicare l’omaggio a Patrizia Arzanità, la collega deceduta a causa del Covid.

Cristina Torgano con la targa dei Lions

E’ stata anche la prima uscita pubblica di Gianfranco Zulian, che dal 20 maggio sarà il nuovo direttore dell’Aou e che ha voluto omaggiare il grande impegno e il sacrificio degli infermieri durante la pandemia.

All’evento sono intervenuti anche il vice-presidente della Scuola di medicina, Renzo Boldorini, il vice-sindaco Franco Caressa e l’assessore regionale Matteo Marnati, presentati dal dg facenti funzioni Roberto Sacco. Spazio anche per Cristina Stangalini e Cinzia Fenini, cui si deve l’idea della collaborazione Coccia- Aou.

Fotogallery di Maurizio Tosi

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here