E nel fossato del Castello apparve un fontanile

Un fontanile (molto probabilmente) nel fossato del Castello di Novara: è quello che è emerso nelle scorse settimane e che ha creato una pozza in cui sguazzavano anche un paio di anatroccolo. Un evento significativo proprio dal punto di vista ambientale.

Ci poteva essere il dubbio che si fosse rotto qualche tubo dell’acquedotto, ma una verifica ha portato a scoprire che non c’era alcuna rottura.

L’acqua viene su dal terreno e sembra esattamente la polla di un fontanile: acqua pulita che risale, turbinando leggermente. Per un po’ scorre e poi, quando non trova vie di fuga, si trasforma in una pozza finché il peso dell’acqua sul terreno non supera la forza della spinta a risalire da sottoterra e allora l’acqua torna indietro. E infatti è accaduto l’altro giorno nel fossato del Castello: poi, quando l’acqua in superficie viene riassorbita, il fontanile torna a risorgere, esattamente quel che è successo il giorno dopo nel fossato.

Un fenomeno che, se davvero si tratta di un fontanile, merita di essere tenuto sotto controllo e osservazione. E magari cercare di scoprire perché è accaduto: forse, durante i lavori per il Castello, è stato smosso un qualcosa che ha portato a portare in superficie l’acqua che per anni era rimasta sotto terra.

Fotografie (in parte) di Mario Finotti

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here