Elezioni comunali, chi ha vinto e chi ha perso

Dati alla mano, si può cominciare a capire chi ha vinto e chi ha perso le elezioni comunali di Novara.

CHI HA VINTO

Dire che il grande vincitore di questa tornata elettorale è Alessandro Canelli è fin troppo facile: il sindaco uscente è stato riconfermato con quasi il 70% delle preferenze e tanto basterebbe. Ma va sottolineato un dato: Canelli ha conquistato 2 mila voti in più della coalizione che lo sosteneva. Dunque, è una vittoria anche sua, a dimostrazione di quello che è stato fin troppo evidente in questi anni: lui piace alla gente, è empatico, si sa muovere. Rispetto al suo maestro (Massimo Giordano, forse più politico) ha in più una carica di simpatia che gli porta voti al di fuori del range di centrodestra.

Ha vinto anche Fratelli d’Italia: solo 19 voti separano il partito che a Novara è magistralmente guidato da Gaetano Nastri dalla Lega (8852 a 8833). Fdi ha quasi quadruplicato i voti delle precedenti comunali.

Emanuela Allegra

La Lega ha aumentato i voti di poco meno del 6% ma è difficile sostenere che abbia vinto: diciamo che ha pareggiato. Infatti ha subito l’aggancio di Fdi (cosa che a tutti i costi voleva evitare: basti pensare che alla presentazione dei candidati la mission lanciata dai leader del Carroccio era proprio quella di prendere più voti dei meloniani), ha aumentato i consensi ma certamente meno di quel che si aspettava.

Ha vinto Forza Novara, lista civica a sostegno di Canelli, che risulta essere il quarto partito.

Emanuela Allegra è da considerarsi vincitrice pur in un partito (il Pd) che ha perso: ha conquistato quasi mille preferenze (944 per la precisione), è risultata di gran lunga la più votata di ogni partito e si candida a essere la leader dell’opposizione, nonché la naturale candidata del centrosinistra fra cinque anni.

 

CHI HA PERSO

Ha perso, ovviamente, Nicola Fonzo, che non è riuscito nemmeno ad avvicinarsi a Canelli. Arrivare al ballottaggio era praticamente impossibile, ma Canelli ha preso più del triplo dei suoi voti. Ma ha perso anche il Pd, 5 punti percentuali in meno rispetto a cinque anni fa e ha perso la coalizione che guida il partito: i più votati, infatti, sono stati proprio quegli elementi che fanno parte della cosiddetta minoranza (altre a Milù Allegra, Mattia Colli Vignarelli è il secondo per preferenza e Cinzia Spilinga è tra le prime).

Ha perso il Movimento5Stelle, con un terzo dei voti rispetto a cinque anni fa, così come Azione: il 2,7% conquistato dai seguaci di Carlo Calenda è davvero troppo poco.

C’è anche chi ha pareggiato: Forza Italia, per esempio, arrivata al 5,7% (era al 7%) e anche Insieme per Novara, la “civica” che appoggiava Fonzo e che ha superato il 3%.

Attilio Barlassina

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here