Ferrandi (Forza Italia) all’attacco di Nastri e Fdi

Questo sassolino (anzi, pietra…) Gaudenzio Ferrandi (nella foto), da pochi mesi commissario di Forza Italia provinciale, l’aveva nella scarpa dal 2012, quando l’allora leader locale degli azzurri, Gaetano Nastri, se n’era andato a Fratelli d’Italia.

Oggi, in occasione della conferenza stampa di commento alle recenti elezioni, quel sassolino se l’è definitivamente tolto, anche se non ha mai nominato il cognome ‘Nastri’: lo scriviamo noi per rendere più chiaro ai lettori l’articolo

«Non abbiamo mai fatto alcun commento finora – ha detto – e sono passati anni, ma vedere Nastri che fa campagna acquisti nel nostro partito e che si fa fotografare con alcuni personaggi, facendoli passare come transfughi da Forza Italia quando molti loro non hanno la tessera da anni, beh è davvero troppo. Denunciamo l’atteggiamento di chi dovrebbe essere un alleato nella coalizione di centrodestra: Nastri fa la guerra a noi che mai l’abbiamo attaccato».

Gerardo Murante

Toltosi questo macigno dalla scarpa, Ferrandi commenta positivamente il risultato del suo partito («Pur con le note vicende che certamente ci hanno penalizzato» ha affermato riferendosi ai guai giudiziari di Diego Sozzani), «il terzo in Regione a un nulla dal primo, che è Alessandria, con una percentuale del 10.04% che è un punto sopra alla media regionale. Va aggiunto che i nostri candidati si sono scontrati con vere e proprie corazzate, partiti che presentavano il vice sindaco o un assessore di Novara o addirittura il presidente della Provincia».

«Non solo – ha aggiunto Gerardo Murante, candidato alle Regionale – ma il nostro risultato è stato ottenuto senza nessun aiuto da parte del leader nazionale o di qualche parlamentare, quando invece a Novara è venuto Giorgetti, è venuta la Meloni, c’è stato Salvini a Galliate. Ma del resto, che Novara sia sempre stata dimenticata da Forza Italia nazionale è un fatto noto da anni…».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here