Finito il carnevale di Novara, Re Biscottino continua

«Un’edizione strepitosa, un successo che vogliamo dedicare a Sandro Berutti, che ha sempre creduto nel grande valore simbolico del Carnevale»: così il nuovo Re Biscottino, Renato Sardo, al netto delle polemiche sulla sua ‘incoronazione’, commenta la riuscita degli eventi di giorni. «Veri e propri momenti di aggregazione in grado di unire bimbi e famiglie di ogni credo e colore, perché questo è lo spirito del Carnevale» aggiunge.
Archiviati gli eventi clou del Carnevale novarese, le iniziative proseguono: nei prossimi giorni la corte di Re Biscottino sarà impegnata in una serie di trasferte in varie località italiane, mentre continuano gli impegni nelle case di riposo e nei centri anziani della città e della provincia.
«Quest’anno per la prima volta siamo riusciti a visitare tutte le scuole primarie e dell’infanzia della città di Novara – concludono Re Biscottino e la Regina Cunetta, al secolo Giusy Sardo – In questi anni abbiamo fatto tanta strada ma possiamo crescere ancora e abbiamo grandi progetti per il futuro. Il nostro sogno è quello di portare il Carnevale Novarese ai livelli delle più importanti manifestazioni italiane. Sappiamo che non è facile ma possiamo farcela, le sorprese non mancheranno e con i nostri 500 soci stiamo già lavorando in questa direzione».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here