Fratta Pasini annuncia l’addio al Banco Bpm

Con 11 righe il Banco Bpm ha annunciato che Carlo Fratta Pasini, attuale presidente del Consiglio d’amministrazione, non si ricandiderà in occasione del prossimo rinnovo delle cariche il prossimo 4 aprile. E’ una notizia clamorosa: Fratta Pasini, avvocato civilista tra i più noti a Verona, è nel mondo finanziario dal 1995: prima come consigliere del Banco San Geminiano e San Prospero, poi come vicepresidente e infine numero uno della Popolare di Verona, che ha guidato all’aggregazione con la Banca Popolare di Novara, poi con la Lodi e infine protagonista della nascita del terzo gruppo italiano con la fusione con la Banca Popolare di Milano.

«Il presidente – si legge nel comunicato stampa – ha riferito di aver maturato detta decisione dopo aver considerato attentamente la durata della propria permanenza nella carica e i risultati positivi e, per certi versi, straordinari raggiunti da Banco Bpm a tre anni dalla fusione.

Ha inoltre sottolineato l’ineludibile interesse di Banco Bpm a far leva sul prossimo rinnovo del Consiglio di Amministrazione per evidenziare al meglio i profili di novità e le future prospettive dell’Istituto, nell’ottica di ottenere un più ampio e rapido riconoscimento dei risultati raggiunti da parte di tutti gli stakeholder della Banca e, in primis, dal mercato».

Quali che siano le motivazioni che hanno guidato Fratta Pasini all’addio, di certo si chiude un’epoca.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here