Frontini: «Non è mio quel post, dirò chi l’ha scritto a chi indaga»

Clamorosa svolta nella vicenda del post della professoressa novarese che aveva commentato l’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega con un’espressione oggettivamente vergognosa (‘Uno in meno e chiaramente con sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza’). Eliana Frontini dichiara infatti di non essere l’autrice materiale del post incriminato: ”Per motivi che spiegherò solo a chi di dovere, mi sono assunta una responsabilità che non è mia. E’ stato utilizzato il mio account su quel blog (‘Sei di Novara senza se e senza ma’) senza che me ne sia accorta. Non si è trattato di un hackeraggio, semplicemente chi voleva commentare così quella vicenda si è servito del mio accesso utilizzando il mio computer”.
”Chi mi conosce sa che non penso le cose che sono state scritte – aggiunge – In un primo tempo, non rendendomi conto del peso che avrebbe assunto la vicenda, ho ritenuto che non fosse il caso di entrare in dettagli e di non specificare la mia estraneità alla vicenda. E comunque ho subito chiesto scusa, pur se non toccava a me, anche se mi rendo conto che si tratta di ben poca cosa rispetto alla gravità di quelle affermazioni. Ora, però, è il caso di riportare la vicenda alle sue dimensioni reali: non ho scritto io quel post, quando verrò sentita dall’Ufficio scolastico territoriale o eventualmente da altri organi, comunicherò il nome della persona che ha agito. Una persona che è pronta ad assumersi le sue responsabilità”. Una persona, probabilmente, della stretta cerchia familiare, visto che aveva accesso agli strumenti informatici della professoressa.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here