Gay Pride, Nastri appoggia Canelli; «No al patrocinio»

«Era scontato che la decisione dell’amministrazione comunale di Novara di non concedere il patrocinio al Gay Pride in programma il 26 maggio avrebbe suscitato la reazione della sinistra e dei soliti radical-chic. Fratelli d’Italia appoggia in pieno la scelta del sindaco Canelli»: così il sen. Gaetano Nastri, il consigliere regionale Giuseppe Policaro e il gruppo consiliare di Fdi (Angelo Tredanari, Edoardo Brustia, Ivan Degrandis, Maurizio Nieli e Vittorio Colombi)

«Per noi di Fratelli d’Italia il problema non si poneva neppure – aggiunge Nastri – Il nostro partito difende la famiglia tradizionale, quella composta da padre, madre e figli. Il Gay Pride rappresenta, a nostro giudizio, una spettacolarizzazione di un modo di essere e quindi è legittimo essere contro questa spettacolarizzazione senza per questo essere tacciati di omofobia».

«Fratelli d’Italia è contro ogni discriminazione nei confronti degli omosessuali, delle lesbiche, dei transgender ma non per questo rinuncia ai propri ideali» conferma Policaro.

«Gli organizzatori facciano pure il loro corteo – affermano i consiglieri di Fdi – E’ un loro diritto e nessuno glielo toglie. Ma è altrettanto diritto di un’amministrazione comunale non voler essere parte di questa cosa. E’ vero che Provincia di Novara e Regione hanno dato il loro patrocinio, ma evidentemente non hanno altro a cui pensare».

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here