“Golpe” Pd, la rivolta dei segretari di circolo

Arrivano le prime reazioni, in casa Pd, dopo il “golpe” (leggi qui) messo a segno nella direzione provinciale di ieri sera (mercoledì) che ha deciso, caso unico in Piemonte, di non ricandidare automaticamente l’assessore regionale Augusto Ferrari e il consigliere Domenico Rossi ma di passare da “consultazioni” tra gli iscritti al partito.

A quanto risulta a TgNovara, una serie di presidenti di circolo (17 su 22) hanno sottoscritto un documento da inviare alla segreteria regionale, documento nel quale sostengono che non organizzeranno nessuna consultazione. I 16 sono i segretari di circolo di AronaRomagnano, Galliate, Novara, Gozzano, Bassa Novarese, Oleggio, Trecate, Alta Meja, Est Sesia, Momo, Suno, Romentino, Fontaneto, Varallo Pombia, Vergante e Grignasco. Appoggiano invece i “golpisti” Castelletto, Cameri, Borgomanero, Cerano e Bellinzago.

Il documento firmato dai 17 coordinatori di circolo è chiaro: «Crediamo che si stia perdendo di vista l’obiettivo principale del nostro impegno, che è quello di portare più voti e sostegno possibile al candidato Presidente dell’ultima Regione del Nord ancora non in mano al centrodestra; la vera valutazione da fare è quali persone sul nostro territorio possono rappresentare un valore aggiunto al partito, cioè possono portare consenso e voti al partito» si legge.

E ancora: «Mettere in discussione adesso, a circa 75 giorni dalle elezioni regionali, gli uscenti significa disconoscere il loro ottimo lavoro e fare dei danni incalcolabili al Partito Democratico novarese in nome di un metodo democratico di scelta anomalo e che si utilizza per la prima volta; quello a cui stiamo assistendo e che ci viene chiesto di organizzare è un grave errore, che produrrà danni ingenti, organizzata all’ultimo momento e che trova totalmente impreparati i circoli, gli iscritti e chi deve esprimere un parere; se si doveva fare una consultazione andava fatta mesi fa, aperta ai cittadini (sono loro che votano il 26 maggio e che devono scegliere) e con nomi chiari ed esplicitati per tempo».

Per questi motivi i 17 coordinatori di circolo non convocheranno alcuna consultazione.

Sottoscrittori:

  1. Astolfi Lisa (Circolo PD Grignasco)
  2. Cambieri Paolo (Circolo PD Vergante)
  3. Carlomagno Joshua (Circolo PD Varallo Pombia)
  4. Ceriotti Marco (Circolo PD Galliate)
  5. D’Angelo Virginia (Circolo PD Arona)
  6. Gatti Cesare (Circolo PD Novara)
  7. Ghiotto Giuliana (Circolo PD Bassa Novarese)
  8. Grazioli Marco (Circolo PD di Oleggio)
  9. Fizzotti Riccardo (Circolo PD Carpignano Sesia)
  10. Nobili Alessia (Circolo PD Fontaneto d’Agogna)
  11. Prevosti Riccardo (Circolo PD Momo)
  12. Reda Alberto (Circolo PD Romagnano Sesia)
  13. Sacco Pietro (Circolo PD Alta Meja)
  14. Sacchi Edoardo (Circolo PD Suno)
  15. Stevenazzi Gilberto (Circolo PD Romentino)
  16. Uboldi Marco (Circolo PD Trecate)
  17. Valsesia Gabriella (Circolo PD Gozzano)

Ma probabilmente siamo alle prime battute di una guerra che potrebbe fare davvero male al Pd: probabilmente, nulla sarà più come prima.

Attilio Barlassina

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here