Grande festa dello sport al Coccia

Grande folla al Coccia per l’apertura dell’Anno sportivo piemontese, con ospite d’onore il presidente del Coni Giovanni Malagò (nella foto).

Applausi scroscianti per tutti i premiati e in particolare per Paolo Faragò, ex calciatore del Novara ora al Cagliari, al quale è andato il riconoscimento di Sportivo novarese dell’anno e per Fabio Leonardi presidente della Igor Volley (nominato Sportivo piemontese dell’anno) che ha portato sul palco la coppa della vittoria in Champions League.

Sul palco anche il sindaco di Novara Alessandro Canelli con il suo assessore allo sport Marina Chiarelli e il consigliere provinciale Ivan De Grandis. Padrone di casa Rosalba Fecchio, responsabile del Coni novarese e con lei Gianfranco Porqueddu, delegato regionale.

Prima di intervenire al Coccia, Malagò ha visitato Novarello: « Ho trovato un’eccellenza incredibile – ha detto – che molte società di serie A si sognano. E soprattutto sonno rimasto piacevolmente colpito dal fatto che si tratta di una struttura multisciplinare, che non si limita al calcio».

A Malago’ è stato presentato anche il progetto della Cittadella dello sport che dovrebbe rivoluzionare tutta un’area di Novara: «È un progetto importante – ha sottolineato il presidente del Coni – perché altrimenti non c’è futuro: il mecenatismo prima o poi finisce e allora sono guai. Vanno trovate le risorse e qui il Coni non può intervenire. Ma può aiutare sotto il profilo del know how». Ha poi chiuso con una battuta sullo stadio del baseball: «Se proprio deve essere smantellato, spero proprio che questa amministrazione comunale trovi un altro spazio idoneo a far continuare a vivere questa disciplina che vanta grandi tradizioni a Novara».

Fotogallery di Mario Finotti

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here