Grandi nomi per la nuova stagione del Teatro Faraggiana

‘’Resistere, resistere, resistere’’: Lucilla Giagnoni fa suo il famoso motto lanciato dal pool di ‘Mani pulite’ a suo tempo nella presentazione della nuova stagione del Teatro Faraggiana.

«Sono pochissimi i teatri privati che hanno riaperto dopo il lockdown – spiega la direttrice artistica – e noi del Faraggiana abbiamo voluto esserci, come siamo sempre stati presenti attraverso i social in quei tre mesi terribili. Dobbiamo resistere di fronte alle difficoltà, alla mancanza di chiarezza sui comportamenti da mantenere, su norme che rendono impossibile gestire un teatro. Eppure ‘Pensiamo al futuro’, come è il titolo della prossima stagione’’.

Sul palcoscenico del Faraggiana si alterneranno Umberto Orsini, Federico Buffa, Maddalena Crippa, Alessandra Faiella, Ivana Monti, Marco Paolini, Danilo Rea, Michele Serra, Lucia Vasini, Pamela Villoresi «e tanti artisti giovani ed emergenti, perché il Faraggiana vuole essere un teatro che vuole dare ai più giovani la possibilità di dar prova delle loro qualità» conclude Giagnoni.

Le date degli spettacoli non sono ancora state stabilite ma la grande disponibilità degli artisti fa pensare che non ci saranno problemi, anche per presentare repliche giornaliere.

Anche per la prossima stagione «Fondazione S. Paolo sarà il nostro principale sponsor – aggiunge Vanni Vallino, presidente della Fondazione Faraggiana – ma avremo con noi anche Piemonte dal Vivo».

A loro volta Raffaele Molinari (Dedalo), Ettore Borri (Amici della Musica) e Cristina Avogadro (Mir) hanno presentato i loro progetti: tra gli altri, due spettacoli con la Faraggiana Big Band (che avrà come ospite d’onore Horacio Hernandez, uno dei migliori batteristi), il Festival Cantelli e un concerto di Simone Pedroni, il Festival di musica russa.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here