Iacopino e i 5Stelle alla conquista… del ballottaggio. Guardando a sinistra

Accompagnato da ministri, vice-ministri, portavoce parlamentari e regionali dei 5Stelle, Mario Iacopino ha presentato pubblicamente la sua candidatura a sindaco di Novara. A sostenerlo c’era la ministra delle Politiche giovanili Fabiana Dadone; l’ex ministra all’istruzione Lucia Azzolina; il portavoce alla Camera Davide Crippa e quella del Senato Elisa Pirro; la portavoce in consiglio regionale Sara Di Sabato.

Iacopino ha delineato la sua immagine di città, una Novara degli eventi («Organizzeremo una Fera della raccolta del riso, una settimana di festa») ma che guarda alla tutela dell’ambiente («In molti si mettono la parrucca di Greta ma poi non fanno nulla») declinata come mobilità sostenibile, zero consumo del suolo, riqualificazione urbanistica. E poi potenziamento dei servizi sociali e attenzione alla legalità.

Sul piano politico la novità è rappresentata da una lista civica di sostegno (Novara in Comune) che annovererà anche elementi di organizzazioni ora alla sinistra del Pd.

«Non ci vogliamo porre alla sinistra del Pd, ma davanti al Pd – è stata la battuta di Iacopino – Nel senso che contiamo di arrivare noi al ballottaggio; del resto, non è difficile stare a sinistra del Pd. Con diversi esponenti di sinistra abbiamo avuto un dialogo molto fruttuoso su diversi punti del programma e quindi c’è stata una naturale convergenza».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here