Il Faraggiana si fa grande con la sua quarta stagione teatrale

Alla sua quarta stagione teatrale, la Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana è riuscita a fare davvero le cose in grande, tanto da non aver nulla da invidiare a nessun’altra programmazione del territorio né per quale che riguarda la qualità degli spettacoli né per l’impegno sulla promozione di compagnie meno note ma di grande prospettive. Insomma, il Faraggiana si caratterizza come “il teatro della prosa” della città.

Ma, come ha sottolineato il presidente della Fondazione, Vanni Vallino, la grande forza «è la capacità di fare rete, di porci in interlocuzione con le associazioni del territorio e di saper coinvolgere i nostri 50 soci fondatori». Proprio questo aspetto è stato sottolineato dal sindaco Alessandro Canelli, che del Faraggiana ha parlato come «un modello di integrazione con la città che deve essere preso ad esempio da quanti vogliono far cultura a Novara. E questa è l’unica realtà che sia davvero una Fondazione di partecipazione». Collaborazione anche con Coccia e Atl.

Filippo Timi

Lucilla Giagnoni, attrice, autrice e anche direttore artistico del Faraggiana, ha presentato la stagione, ovvero “Maschi & femmine”, «di energie presenti nel cosmo, da mettere in equilibrio».

La stagione porterà sul palcoscenico del Faraggiana personaggi del calibro di Antonella Rugiero, Giulia Lazzarini, Neri Marcorè, Lucia Macino, Filippo Timi, Alessandro Benvenuti, Stefano Fresi, Lella Costa, Simone Cristicchi, la Banda Osiris. E poi tante compagnie giovani.

«Credo che siano sei i motivi per i quali la Fondazione dopo quattro anni è ancora in crescita e può camminare con le sue gambe – ha concluso Lucilla Giagnoni (suo l’ultimo spettacolo della stagione, “Magnificat”) – Innanzitutto, un’ampia base di soci che partecipano, ognuno secondo le sue attitudini. Poi l’attenzione alle scuole, l’interazione con la città, il rapporto con le associazioni e, per la prima volta, la capacità di produrre. Infine, la capacità di fare rete».

Così si spiegano la rassegna dedicata a Gaber (in collaborazione con l’omonima fondazione) e “musica in scena” con la Faraggiana Big Band.

Scxarica qui cartellone il completo

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here