Il ministro Bussetti in visita all’Università del Piemonte Orientale

Il ministro dell’istruzione Marco Bussetti ha visitato oggi, lunedì, la sede novarese dell’Università del Piemonte Orientale, su invito del sindaco Alessandro Canelli, e poi anche Ipazia e l’azienda ospedaliero-universitaria.

Se il sindaco ha ricordato gli interventi della sua amministrazione per uno sviluppo che veda l’ateneo come uno dei motori, tanto da investire molto in future residenze universitarie, il rettore dell’Università del Piemonte Oreintale Gian Carlo Avanzi ha illustrato i grandi risultati ottenuti e i futuri piani di sviluppo. Ma ha anche sottolineato diverse preoccupazioni, a partire dall’ipotesi di riduzione dei finanziamenti per arrivare a chiedere che non venissero penalizzati gli atenei virtuosi, come l’Upo appunto. E ha chiesto che vengano aumentate le borse di specializzazione per i medici, fatto indispensabile per evitare il rischio, sempre più concreto, che vi sia una carenza di dottori.

Canelli e Bussetti

Dal canto suo il ministro Bussetti ha ricordato che «’abbiamo già effettuato importanti investimenti sul personale, stabilizzando i ricercatori. Ma abbiamo investito e dobbiamo continuare a farlo anche per quel che riguarda le strutture mettendole tutte a norma, con una sorta di Piano Marshall».

Ha poi rassicurato sulla volontà di aprire le porte non solo agli specializzandi in medicina ma a tutti quanto volessero intraprender eun percorso di insegnamento in università.

A margine, una battuta sulla proposta di far indossare il grembiule ai bambini delle primarie: «Mi pare che già in molti istituti questo accada già. Credo che possa creare un senso di appartenenza alla propria scuola, non vedo controindicazioni».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here