In lieve calo il numero delle imprese novarese

Si è chiuso all’insegna di una leggera flessione il bilancio demografico delle imprese novaresi nel primo semestre 2019: la variazione tra iscrizioni e cessazioni avvenute nel periodo gennaio-giugno si attesta al -0,4% (era il -0,1% nello stesso periodo del 2018), corrispondente ad una diminuzione, in valori assoluti, di 134 unità.

«Se da un lato occorre considerare che nei primi mesi dell’anno si registra una concentrazione fisiologica delle chiusure d’impresa, dall’altro l’analisi dei dati restituisce un tasso di mortalità superiore a quello registrato nello stesso periodo degli anni precedenti – commenta Maurizio Comoli, presidente della Camera di commercio di Novara, nella foto – La propensione ad aprire nuove attive imprenditoriali risente del clima di incertezza che caratterizza lo scenario economico: in 7 casi su 10 l’avvio di nuove attività è riconducibile a ditte individuali, scelte spesso per la maggior facilità di avvio, ma soggette anche ad un rapido turnover».

In flessione anche l’andamento dell’artigianato: nel periodo in esame le cessazioni di attività hanno superato le aperture, determinando un saldo pari a -78 unità, per una consistenza del tessuto produttivo artigiano che alla fine di giugno si attesta a 9.192 imprese registrate. Il sistema imprenditoriale novarese al 30 giugno ammonta a 30.053 unità registrate.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here