Interlinea a “Tempo di libri” a Fieramilanocity

Si è aperto oggi, giovedì, “Tempo di libri”, a Fieramilanocity, e la casa editrice novarese Interlinea sarà presente allo stand D14.
Domani, venerdì, è previsto un incontro (ore 20, sala Amber) sul tema “Anti editoria. L’attualità del ’68 di Vassalli”: Con Roberto Cicala, Claudio Granaroli, Luigi Mascheroni, Giovanni Tesio. Quando la letteratura vuole contestare e cambiare il mondo.
Due testi ritrovati di Sebastiano Vassalli, Il millennio che muore (Interlinea)
e I nuovi travestiti (De Piante Editore), rispecchiano e spiegano l’Italia di ieri e di oggi.
Domenica, ore 15, Laboratorio Unicorno, Il violino di Auschwitz: le leggi razziali in Italia privano Cicci di tutto: famiglia, libertà, amici. Ma non del suo violino, da cui è inseparabile, che l’accompagnerà anche mentre suona per le SS. Un reading con l’autrice premio Andersen Anna Lavatelli sul suo ultimo libro, tratto da una storia vera.

Fra le novità disponibili allo stand della casa editrice ci saranno:
Il millennio che muore. Un elogio del libro e della parola di Sebastiano Vassalli;
l’antologia con illustrazioni d’arte Le cento più belle poesie d’amore italiane da Dante a De André (con un contest social durante i giorni della fiera!);
le nuove raccolte poetiche Tempo riflesso di Corrado Benigni
e Eleanor. Non fummo mai innocenti: dalla Bosnia alla Siria di Rossella Frollà;
le interviste a Primo Levi raccolte da Giovanni Tesio in Primo Levi. Ancora qualcosa da dire;
la Storia della Lombardia medievale di Giancarlo Andenna
e l’ultimo numero di “Autografo”, la rivista fondata da Maria Corti, dedicato a Natalia Ginzburg.
Nell’angolo dedicato alle “rane”, invece, i piccoli visitatori troveranno
Il violino di Auschwitz di Anna Lavatelli;
Il Cavallino Ammaestrato di Quentin Blake e John Yeoman
Il leone Felice di Louise Fatio.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here