La Croce di Malto premiata con la “Chiocciola” dalla Guida alle birre Slow Food

La “Guida alle birre d’Italia 2019” di Slow food è ora in tutte le librerie: il birrificio Croce di Malto di Trecate torna ad essere premiato con “La chiocciola”, vedendo così confermato con il massimo riconoscimento conferito dal più organico ed autorevole progetto editoriale sulle birre in Italia.

Mutuando le parole dei curatori della Guida, per ottenere la Chiocciola “non basta che la qualità sia alta. È una condizione necessaria, ma non sufficiente. Le chiocciole non sono solo i migliori birrifici italiani secondo Slow Food. Sono piuttosto quelli che, oltre a produrre birre buonissime, giocano un ruolo rilevante nella scena italiana nel momento storico in cui la guida è pubblicata”.

Tra i quasi 600 birrifici recensiti (e un totale di oltre 2500 birre descritte), Croce di Malto compare nella rosa dei 27 birrifici italiani insigniti della preziosa “Chiocciola”, e non solo. Nella lista di quelle designate come “Grandi birre” spiccano due referenze della linea classica del birrificio, pur rappresentative di due stili agli antipodi: la chiara secca ed erbacea Hauria, e la scura morbida d’ispirazione belga Magnus. Tra i riconoscimenti alle “Birre Slow”, quelle che secondo gli intenti dei curatori “oltre a essere eccellenti per valore organolettico sono in grado di emozionare, perché raccontano la storia di un territorio, di un birrificio o di un birraio”, ritroviamo la Piedi Neri, la strutturata ed elegante Russian Imperial Stout caratterizzata dall’uso di castagne del novarese e riso nero aromatico.

Alessio Selvaggio e Federico Casari (nella foto) continuano dunque a raccogliere i frutti di un lavoro incessante e certosino su ricerca, tecnica ed espressione del territorio, unitamente alla piccola ma compatta squadra del birrificio, il cui impegno consente di portare il nome di Novara agli apici della reputazione birraria di respiro internazionale.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here