La medaglia d’oro di Cosimo Pinto diventa opera con il Coccia

La nobile arte diventa un’opera lirica. Il Teatro Coccia di Novara commissiona e produce una nuova composizione dedicata alla vita e all’ascesa atletica di Cosimo Pinto, pugile Medaglia d’Oro alle Olimpiadi di Tokyo 1964, novarese illustre, orgoglio nazionale.

Un’opera che parla di tenacia, studio, disciplina e che meglio di tutte sposa i principi di un percorso formativo. Cinque cerchi in un quadrato è infatti l’Opera Accademia del Teatro Coccia, prodotta con l’Accademia dei Mestieri d’Opera del Teatro Coccia AMO.

Da sinistra, Paola Magnanini, Cosimo Pinto, Corinne Baroni

L’azione scenica di teatro musicale per voci e attori è scritta da Paola Magnanini, allieva AMO di composizione (docenza di Marco Taralli), su libretto di Maurizio Boschini e si snoda tra la proiezione dell’incontro di boxe della finale Olimpica di Tokyo del 1964, vinto dal novarese Cosimo Pinto, commentato dal direttore d’orchestra nonché cronista sportivo, Vittorio Parisi, a dialogo con lo stesso Pinto. Un racconto incentrato sulla passione come elemento principale per raggiungere le vette più alte sia della musica sia dello sport, e su spunti della vita del pugile novarese.

L’opera, realizzata con l’Accademia dei Mestieri d’Oper del Teatro Coccia AMO, è composta da Paola Magnanini, su libretto di Maurizio Boschini, regia William Cisco, direttori selezionati dall’Accademia AMO

L’opera andrà in streaming domani, venerdì, e sabato alle 20.30 sul canale YouTube del Teatro e da domenica sul canale YouTube A-Novara, inserita nella programmazione La Cultura è Essenziale del Comune di Novara.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here