La Provincia conferma il patrocinio al Gay Pride

Il tema del Gay Pride in programma a Novara il 26 maggio è tornato alla ribalta dopo le polemiche, anche a livello nazionale, seguite alla negazione del patrocinio da parte del Comune di Novara. La Provincia di Novara, per contro, il patrocinio l’ha concesso ma oggi, giovedì, un consiglio provinciale è stato indetto solo per la mozione da parte della minoranza di centrodestra che si riconosce nel gruppo “Provincia protagonista” che chiedeva di ritirare il patrocinio.

Le motivazioni addotte da Ivan De Grandis, , Andrea Crivelli, Michela Leoni (Massimo Marcassa e Luca Piantanida erano assenti ma avevano firmato la mozione) hanno ricalcato in massima parere quelle del sindaco di Novara Alessandro Canelli: ovvero nessun patrocinio a una manifestazione di “esibizionisno e ostentazione” che nulla potrebbe portare ai diritti dei gay. Il che non significa omofobia.

La prima risposta è arrivata dal presidente della Provincia Matteo Besozzi che ha ricordato come « la scelta dei patrocini è una prerogativa del presidente, quindi il patrocinio al Novara Pride verrà mantenuto». Che ha aggiunto: «Ritengo doveroso appoggiare e promuovere una manifestazione come NovaraPride che porta in primo piano tematiche e diritti delle persone omosessuali».

Sulla stessa linea gli interventi del gruppo Pd (Allegra, Noro, Zanzola e Cremona) ma anche da parte dei tre rappresentanti “dell’altro centrodestra”, quello di sozzaniana osservanza (Paolo Sibilia, Enrico Bertone e Fabio Maggeni), che finora ha sempre sostenuto il presidente Besozzi.

La mozione è così stata respinta per 8-3.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here