L’estate del Coccia al Castello con otto titoli

La prima novità emersa dalla conferenza stampa di presentazione della stagione estiva del Teatro coccia è che, da ora in poi, la programmazione avverrà per ano solare e non più da ottobre a maggio.

«E proprio per questo – ha detto la direttrice Corinne Baroni – faremo coincidere l’apertura della stagione con la ricorrenza di San Gaudenzio: si partirà sempre il 22 gennaio».

Intanto, il Coccia si prepara alla stagione stiva, che si terrà sempre nel cortile del Castello (ad eccezione di un evento a Sizzano, nello spazio dell’Ex Acetificio Ponti: otto titoli e dieci “alzate di sipario”.

Si parte venerdì 2 luglio con il Concerto d’Arie d’Opera 

Domenica 4 luglio alle 21,30 un nuovo tributo a un gigante della musica internazionale: Omaggio a Ennio Morricone Musiche da Oscar, portato in scena dall’Ensemble Le Muse diretta da Andrea Albertini con la partecipazione straordinaria del soprano Susanna Rigacci.

Un altro omaggio a un grande compositore contemporaneo, questa volta portato in scena con il linguaggio della danza. Mercoledì 7 luglio alle 21.30 Un Secolo di Tango. Omaggio ad Astor Piazzolla.

Un assaggio di prosa il 16 luglio: Pandemia, nuovo spettacolo prodotto da TSA Teatro Stabile d’Abruzzo

Lirica giovedì 29 e venerdì 30: Giuseppe Dipasquale firmerà la regia di La Traviata di Giuseppe Verdi.

Si riparte mercoledì 8 settembre (ore 18,30 e 21,30) con le musiche di Aida – Giuseppe Verdi nella versione brass quintet firmata Gomalan.

Ultimo appuntamento estivo è giovedì 16 settembre alle 21 nell’Ex Acetificio Ponti a Sizzano le nuove mini opere del Teatro Coccia, prodotte in collaborazione con il Teatro di Jesi.

Ma già si comincia a pregustare il ritorno in teatro, che avverrà (con quanti posti ancora non si sa: «Infatti – ha annunciato Baroni – non potremo ancora mettere in vendita abbonamenti e biglietti, sperando in una capienza maggiore») con un grande Concerto d’inaugurazione: l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e la partecipazione straordinaria di Gile Bae come pianista solista, diretti da Tianyi Lu, la giovane direttrice classe 1990, nata a Shangai, trasferitasi poi in Nuova Zelanda con la famiglia, vincitrice dell’XI edizione del Premio Cantelli 2020.

Per gli amanti della prosa sono previste due serata con L’attesa (sabato 30 e domenica 31 ottobre); in scena Anna Foglietta e Paola Minaccioni, dirette da un’altra importante artista italiana Michela Cescon.

Poi ancora lirica (ci sarà un’opera di Giole Dix), musica e due appuntamenti nell’arco di 15 giorni nell’ambito delle celebrazioni dantesche.

Altra novità: l’accordo quinquennale con il Conservatorio Cantelli, che porterà ogni dicembre al Coccia i partecipanti al nuovo corso dedicato a Rossini.

Fotogallery di Maurizio Tosi

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here