Lucilla Giagnoni e Dante su Rai5

Per la prima volta in assoluto tutta la Divina Commedia, integralmente, finisce sulla Rai: è il progetto curato e interpretato da Lucilla Giagnoni (attrice, autrice) per conto del Teatro Faraggiana (di cui è direttrice artistica) in collaborazione con il Comune di Novara. Tre canti al giorno, per circa 30 minuti, su Rai5, dal 21 febbraio a quel 25 marzo che, nel 1300, fu il giorno della partenza del viaggio dantesco.

Il progetto ha preso il via durante il primo lockdown e ha visto Giagnoni, ogni sera in streaming dal Teatro Faraggiana, leggere e interpretare un canto.

«L’idea – spiega Giagnoni – mi è venuta quando ero bloccata in casa con il primo lockdown, rifacendomi a un mio spettacolo del 2001, “Vergine madre”. Un messaggio che è ancora attualissimo: “non cercare il dominio o il possesso, non vincere sopra le cose, ma unire gli opposti, dare armonia ai contrari. E anche se oggi sembra impossibile agire o compiere scelte di cambiamento di sguardo e di rotta, sono tempi, i nostri, in cui siamo chiamati a questa rivoluzione, siamo chiamati a sognare, immaginare e a fare l’impossibile. Abbiamo già dimostrato che si può fare».

«Abbiamo ripreso anche la platea vuota del Faraggiana – aggiunge Giagnoni – per dare l’idea della ‘ferita’ di un teatro pubblico. Ferita che non si è mai rimarginata: a differenza di tutto il resto, la cultura è ancora chiusa per Covid e lo è sempre stata da marzo».

«Per noi del Faraggiana – spiega Vanni Vallino, che dell’omonima fondazione è il presidente – è un motivo di grande orgoglio vedere che una nostra produzione è stata ripresa a livello nazionale».

E anche il sindaco di Novara, Alessandro Canelli ha sottolineato come «da una cosa bella (ovvero i progetto “Novara essenziale” che ha sostenuto le attività culturali durante il lockdown) sia nata una cosa ancora più bella, che rende orgogliosa la citta dell’iniziatica di Lucilla Giagnoni e del Faraggiana: un’artista novarese, una produzione novarese sul canale culturale della Rai».

La ripresa video della lettura dantesca è stata affidata a Bianca Pizzimenti, mentre le musiche sono state firmate da Antonio Paolo Pizzimenti.

Foto di Maurizio Tosi

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here