Marchio ospitalità, le domande entro venerdì

Promuovere l’offerta turistica attraverso una certificazione di qualità: questo l’obiettivo del progetto “Marchio Ospitalità Italiana” promosso dal sistema camerale con il supporto dell’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche e a cui aderisce la Camera di commercio di Novara.

L’iniziativa prevede il rilascio di una certificazione volontaria, gratuita e rinnovabile annualmente, che viene assegnata da una Commissione di esperti a seguito delle valutazioni formulate in loco da un tecnico di Isnart sulla base di oltre 250 parametri previsti dal disciplinare di riferimento.

I ristoranti, alberghi, campeggi e agriturismi del Novarese non ancora in possesso del Marchio e che intendono candidarsi per l’edizione 2019 possono inviare la propria domanda entro venerdì 7 settembre.

«In un mercato in cui l’offerta turistica si fa sempre più numerosa e diversificata il riconoscimento “Marchio Ospitalità Italiana” rappresenta un’importante garanzia, sia per visitatori e clienti sia per le strutture ricettive e ristorative – commenta Cristina D’Ercole, segretario generale della Camera di commercio (nella foto) – Il riconoscimento consente infatti di distinguersi e di certificare il livello qualitativo delle propria proposta, aiutando il turista nelle scelte di consumo».

Nel 2018 sono 133 le strutture novaresi che hanno ottenuto il Marchio Ospitalità Italiana: 73 ristoranti, 34 hotel, 17 agriturismi e 9 campeggi, le cui schede informative sono consultabili online sul portale www.10q.it.

L’invio delle nuove candidature va effettuato utilizzando l’apposita modulistica disponibile sul sito www.no.camcom.gov.it

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here