Nasce Help Ludopatia, un altro passo nei confronti del contrasto al gioco d’azzardo patologico

Alla Camera si è tenuta la presentazione del progetto “Help Ludopatia”. In seno al meeting è emersa l’importanza della collaborazione tra tutte le parti impegnate nel contrasto alla ludopatia: Comuni, terzo settore, operatori del settore gioco.

Il progetto Help Ludopatia nasce grazie al lavoro congiunto delle associazioni Konsumer, Casa dei diritti e Formare, con Ali Autonomie. L’obiettivo è quello di contrastare il gioco d’azzardo patologico.
Il progetto prevede l’utilizzo di un nuovo numero verde nazionale, attivo per sei giorni, per fare il punto sui malati di ludopatia ma anche sui progetti loro dedicati: un riferimento, in una sola parola.

Nel meeting alla Camera dei Deputati ha parlato anche Fabrizio Premuti, numero uno di Konsumer Italia. Premuti ha ricordato che il progetto Help Ludopatia si affianca a quello “Non dipendo ma scelgo”, portato avanti con operatori del settore. Premuti ha parlato delle esperienze di Konsumer, per cui è fondamentale la sinergia con gli operatori seri, utile per intercettare e prevenire la dipendenza da gioco. Il problema, in questo caso, non è il gioco in sé ma la dipendenza.

“Il progetto Help Ludopatia rappresenta un’arma aggiuntiva per combattere il gioco d’azzardo patologico, una piaga che tutti gli operatori della filiera del gioco stanno cercando di contrastare da anni”. Commentano da ItalCasino. “Il numero verde si aggiunge agli altri servizi già attivi come quello messo a disposizione dall’Agenzia dei Monopoli, oppure al servizio offerto dall’ISS”.

Nel corso dell’incontro ha parlato anche il presidente dei Commercialisti Cattolici, Felice Ruscetta. Commercialisti Cattolici ha dato vita ad un progetto sull’indebitamento. Da qui è emerso che i giocatori patologici sono soliti giocare anche quello che non hanno, spesso indebitando anche i parenti. Un problema a cui i commercialisti cattolici sono molto sensibili.

Il progetto è partito prima dal Piemonte ed oggi conta oltre 20 sedi operatore al fianco dei più deboli. Presenti anche membri del Partito Democratico, con Andrea Casu, autore di una proposta di legge sulle disposizioni per il contrasto delle forme di dipendenza dal gioco d’azzardo lecito tramite l’applicazione delle tecniche di spinta gentile.

Casu ha ricordato come il contrasto alla ludopatia sia anzitutto una urgenza politica, prima che sociale. La questione è legata alle scelte da mettere in campo per le persone coinvolte.

La palla ora passa alla politica, chiamata ad accompagnare scelte coraggiose che hanno portato già a grossi risultati. Che, evidentemente, non bastano ancora per combattere efficacemente il fenomeno ludopatia.

 

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here