Nastri: «Vergognoso l’attacco del Pd a De Grandis»

Dopo l’attacco del Pd a Ivan De Grandis, “colpevole” di essere stato indicato, lui con un passato di estrema destra, dalla Provincia a rappresentare l’ente alla commemorazione della strage di Meina (leggi qui), non si è fatta attendere la replica di Fratelli d’Italia, per bocca del sen. Gaetano Nastri, che prende le difese del suo uomo: «L’attacco del Pd a Ivan De Grandis è la prova provata che di democratico quel partito ha solo l’aggettivo nel suo simbolo».

«Il Pd fa riferimento a eventi di otto anni fa – aggiunge Nastri – e pretende che per quelle prese di posizione e quelle parole, legittimamente espresse visto che non hanno violato alcuna norma, non possa partecipare a eventi che hanno a che fare con il periodo fascista. E’ come se noi definissimo “nipotini di Stalin” gli esponenti del Pd e ci indignassimo se qualcuno di loro partecipasse alla commemorazione per gli eccidi delle foibe: cosa che non abbiamo mai fatto perché riteniamo che in un paese democratico come il nostro tutti abbiano il diritto di manifestare le loro opinioni».

«De Grandis – commenta il senatore – non ha mai espresso posizioni filo-fasciste, anti-democratiche, non ha mai approvato le leggi razziali o condiviso le scellerate azioni dei nazi-fascisti che hanno portato a stragi come quelle di Meina, e allora che cosa vuole il Pd? I dem pretendono di avere il monopolio dell’antifascismo e di giudicare chi può fare che cosa: se questo è il loro concetto di democrazia, allora sono loro a porsi al di fuori del consesso democratico. Tra l’altro, alla commemorazione erano presenti due esponenti dem, l’assessore regionale Augusto Ferrari e il consigliere Domenico Rossi che nulla hanno avuto da eccepire sulla presenza di De Grandis».

«A questo punto – conclude Nastri – siamo noi di Fratelli d’Italia a pretendere le scuse del gruppo consiliare in Provincia che fa riferimento al Pd e al suo segretario provinciale nei confronti del nostro partito e di Ivan De Grandis».

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here