Nigeriano arrestato per rapina ai danni della convivente

I carabinieri del Radiomobile hanno arrestato un nigeriano di 27 anni domiciliato a Vespolate per una rapina ai danni della propria convivente.

La donna aveva allertato il ‘112’ perché poco prima era stata aggredita dal nigeriano, palesemente ubriaco, con un calcio e un pugno; l’uomo le aveva poi strappato la carta di credito e il cellulare. I militari rintracciavano il nigeriano che aveva ancora con sé il bottino. La convivente ha riportato ferite giudicate guaribili in dieci giorni.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here