Novara Calcio, il Tar Lazio respinge la richiesta di sospensione. E bacchetta…

A poche ore dal deposito, da parte del Novara Calcio, del ricorso al Tar del Lazio contro l’estromissione dalla Lega Pro e, in particolare, con la richiesta di sospensione dell’efficacia del provvedimento, il Tribunale regionale ha respinto (leggi qui il testo integrale della pronuncia) la richiesta di sospensione, rinviando il tutto al 6 settembre per la trattazione collegiale in camera di consiglio. Insomma, quando già tutto sarà stato definito, il campionato di Lega Pro cominciato: il Novara Calcio 1908 è davvero finito.

Il Tar, infatti, non si è limitato solo a negare la procedura d’urgenza. Infatti si esprime così: “il ricorso non appare assistito da sufficienti profili di fondatezza… Ritenuto in particolare che la decisione del Collegio di garanzia dello Sport appare correttamente motivata … non tutti gli adempimenti, allegati dalla ricorrente a sostegno della sua pretesa, risultavano perfezionati”.

Insomma, l’attuale proprietà del Novara Calcio ha sbagliato su tutta la linea. E giù la saracinesca.

Ora i tifosi azzurri non possono che sperare in una nuova cordata (previo avallo dell’amministrazione comunale) che possa ottenere l’iscrizione in Serie D. Il bando è già pronto e sarà pubblicato al più tardi lunedì mattina, con una tempistica ridottissima.

Ma almeno una cordata è già pronta: è quella che avrebbe costituito attorno a sé Daniele Barbone, manager del settore ‘verde’, con l’appoggio di personaggi con esperienza nel mondo del calcio. E c’è anche il nome: Novara Football.

Intanto tra De Salvo, Rullo e Pavanati volano gli stracci: dopo la denuncia di Pavanati contro i precedenti proprietari, sia De Salvo che Rullo hanno fatto sapere di essere pronti a un’azione giudiziaria contro lo stesso Pavanati.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here