Novara Calcio, oggi Canelli presenta esposto all’autorità giudiziaria

Una carta intestata di istituto di credito con relativo logo bancario, priva di data e firma, riportante la scritta “bozza” in filigrana: così Enea Benedetto (nella foto) voleva conquistare il “nuovo” Novara Calcio ma alla fine questa operazione è stata segnalata all’autorità giudiziaria.

Questa mattina, lunedì, infatti il sindaco Alessandro Canelli ha presentato “denuncia-querela per i fatti che l’autorità giudiziaria dovesse ritenere penalmente rilevanti nell’ambito delle vicende e della documentazione afferente alle manifestazioni di interesse e alla pertinente documentazione fatta pervenire all’amministrazione”, come si legge nella delibera di Giunta che ha autorizzato il sindaco ad agire.

Di fronte a una documentazione di quel tipo, il Comune ha chiesto alla banca di confermare le referenze presentate da Benedetto ma l’istituto di credito “precisava di non aver mai rilasciato dette referenze bancarie e di non intrattenere alcun rapporto con il soggetto giuridico segnalato”.

A questo punto, la strada per Massimo Ferranti era spalancata e infatti il nuovo Novara è suo.

Ma tutto è ancora aperto nei confronti di benedetto: infatti, l’amministrazione ha ravvisato nella documentazione possibili ipotesi di reato ed ecco la presentazione dell’esposto-denuncia.

Al quale Benedetto ha risposto confermando la regolarità del proprio operato e preannunciando querela per diffamazione.

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here