Novara troppo forte per il Chieri (4-2)

Grazie alla vittoria sul Chieri (4-2) il Novara prende il largo in vetta alla classifica e, comunque vadano le partite che devono recuperare le inseguitrici, conquista il platonico titolo di campione d’inverno.

La vittoria degli azzurri (in campo con la maglia rossa) è molto più netta di quanto non dica il punteggio: a un quarto d’ora dalla fine gli uomini di Marchionni erano avanti 3-0 e solo qualche distrazione ha portato ai due gol ospiti.

La partita è iniziata col botto: dopo 20 secondi Desjardins deve compiere un miracolo su Varvelli per impedire al Chieri di passare in vantaggio; un minuto dopo è Di Masi a centrare l’incrocio dei pali e al 7’ è Vuthaj (20° gol in 18 partite) a trasformare il rigore (nella doto di Maurizio Tosi) che lui stesso si era procurato. Il Chieri è annichilito, non ha la forza di tentare alcunché e il Novara sfiora il raddoppio due volte con Vuthaj e poi con Laaribi (migliore in campo per distacco).

Nella ripresa gli azzurri chiudono la partita in tre minuti: al 58’ è Laaribi ad andare in gol e poi al 60’ è Di Masi a concludere in rete una splendida azione di contropiede.

Il Novara controlla la partita ma al 78’ Foglia trova la rete in sospetta posizione di fuorigioco.

Gli azzurri non si fanno prendere dall’affanno e Vimercati tocca in rete un traversone dalla destra. In pieno recupero arriva il rigore anche per il Chieri, trasformato da D’Iglio.

A una partita dalla fine del girone d’andata (si giocherà nel week-end successivo alla Befana) il Novara con 41 punti è nettamente in testa, seguito da Chieri 31 (una partita in meno), Varese e Sanremese 30 (entrambe con una partita in meno), Borgosesia (una partita in meno), Derthona e Casale 27 (tutte e due con due partite in meno).

Insomma, il cielo è sempre più blu…

Fotogallery di Maurizio Tosi

Love
Haha
Wow
Sad
Angry

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here